AperiCena di Natale: il menu è a base di stoccafisso

AperiCena di Natale: il menu è a base di stoccafisso

Sono finalmente iniziate le feste di Natale, accompagnate dal turbinio di impegni conviviali e l’organizzazione di aperitivi e cene con amici e parenti. Se la soluzione più economica è ricevere i propri ospiti in casa, mai come sotto le feste, si sente il bisogno di offrire piatti ricercati per stupirli. Ma non sempre l’arte di ricevere è conciliabile con la frenesia dello shopping di Natale e le restrizioni economiche. Per ovviare alla mancanza di tempo e giocare al r2isparmio, pur offrendo ai propri ospiti dei piatti di sicuro effetto, ecco alcuni consigli sfiziosi.

Natale salva tempo e salvadanaio in 3 mosse:

1) Invitare gli ospiti per un “AperiCena”, poco impegnativo (come un aperitivo) ma ricco di sapori e di portate (come una cena) è ormai una moda diffusasi in tutto il Bel Paese; che permette di ricevere un numero superiore di ospiti rispetto alla capienza della propria casa. Sì, perché l’AperiCena si svolge rigorosamente non a tavola e permette a tutti di muoversi in libertà e di socializzare.

2) Fare la spesa acquistando bicchierini di plastica reciclata, piattini e tovaglioli. Verdure, filetto di salmone fresco di allevamento e stoccafisso già ammollato, aneto, zenzero, foglie di tè o di radicchio trevigiano e panettone/Pandoro.

3) Preparare

Antipasti in leggerezza

Vietati gli affettati misti, le tartine col paté e i soliti crostacei con la maionese: il mood easy-chic dell’AperiCena esige raffinatezza e creatività!

Per un AperiCena di sicuro effetto, bisogna puntare sulle ricette delicate, evitando di perdere tempo in cucina, scegliendo pesce saporito in grado di catturare il palato anche se cotto nel modo più breve e semplice possibile, senza condimenti o intingoli.

- filetti di salmone a cubetti rotolati in un trito finissimo di foglie di tè verde o di radicchio trevigiano e scottati sulla piastra un minuto per parte. Serviti con una julienne di verdure accompagnata da una salsa di yogurt battuto con succo di limone e un trito di radice di zenzero fresco faranno la loro figura.

- Stoccafisso cotto al forno con un goccio di olio evo per dieci minuti tagliato a cubetti e alternato a cubetti di polenta grigliata. Accompagnare con una salsa di basilico, aglio, pinoli, panna e sale ricavata dall’impiego di un mixer a immersione.

Piatti unici

Si servono già porzionati in bicchieri e bicchierini, più cool (ed ecofriendly) se scelti in plastica trasparente ecologica.

- Sì può cuocere dello stoccafisso già ammollato in una vaporiera contenente acqua aromatizzata con semi di finocchio e servirlo (nel bicchiere) a strati alternati con strati di finocchi croccanti, saltati in padella con poco brodo vegetale, abbondare di pepe e sale. 

- Oppure la soluzione più semplice:  roselline di carpaccio di salmone crudo, spolverato di aneto fresco e spruzzato di succo di limone, accompagnate da cipollotti caramellati al forno e un goccio di miele.

Dessert - Il classico panettone o pandoro chiuderanno l’AperiCena con un tocco di festività.