una fattoria stoccafisso

Stoccafisso - un prodotto che unisce due paesi: Italia e Norvegia

Lo stoccafisso è uno dei simboli più rappresentativi del commercio tra l'Italia e la Norvegia. Infatti, questi due paesi condividono un'antichissima storia di scambi commerciali iniziata proprio con l'esportazione dello stoccafisso in Italia. 

Lo stoccafisso è uno dei simboli più rappresentativi del commercio tra l'Italia e la Norvegia. Infatti, questi due paesi condividono un'antichissima storia di scambi commerciali iniziata proprio con l'esportazione dello stoccafisso in Italia. In Italia la storia dello stoccafisso risale al 1400 quando, grazie all'attivo commercio tra le Fiandre e il Nord Italia, fu esportato dalle isole Lofoten e Bergen. Una curiosità: Il primo manoscritto sulla lavorazione dello stoccafisso risale al Capitano Pietro Querini, un aristocratico veneto che nel 1432 naufragò nei pressi della Manica a causa di una tempesta. La tempesta continuò per settimane, trascinando le scialuppe di salvataggio fino alle isole Lofoten. Qui, il Capitano e pochi membri sopravvissuti dell’equipaggio furono salvati dai pescatori locali. Durante il soggiorno su queste isole, Querini scoprì la lavorazione e l’utilizzo dello stoccafisso. La leggenda racconta che i primi stoccafissi giunti in Italia furono portati proprio da Querini al suo rientro in patria.