Al servizio dello Skrei

Alcune storie sono così belle che non si smetterebbe mai di raccontarle

Caro diario,

Alcune storie sono così belle che non si smetterebbe mai di raccontarle. Alcuni eventi sono così straordinari che, pur ricorrendo tutti gli anni, li attendiamo sempre con trepidazione e non ci stancano mai. Tutto questo accade anche per lo Skrei.

Per capire la Norvegia bisogna conoscere lo Skrei: nessun altro pesce ha avuto un ruolo così determinante nello sviluppo di questa nazione.

Forte e in ottima forma dopo la lunga nuotata dal Mare di Barents, lo Skrei ritorna ogni anno alle sue acque di origine per deporre le uova. Da millenni lo Skrei percorre migliaia di chilometri per incontrare il proprio partner, ed è proprio questa lunga traversata che ci dà l’opportunità di pescarlo nel rispetto della natura.

Siamo orgogliosi dello Skrei. E vogliamo offrire al mondo il nostro merluzzo migliore. Ed è per questo che diamo allo Skrei un distintivo d’onore così che nessuno possa dubitarne: questo è Skrei della più alta qualità.

È così che lo Skrei ha ottenuto standard qualitativi propri, un proprio brand e un proprio organo di controllo! Gli standard qualitativi garantiscono al consumatore che lo Skrei sia della più alta qualità. Non tutto lo Skrei che viene pescato viene etichettato. Solo circa 1 pesce su 10 soddisfa lo standard qualitativo richiesto. È un criterio severo, perché solo il merluzzo della miglior qualità in assoluto può diventare Skrei certificato, e l’etichetta di qualità garantisce inoltre che lo Skrei viene trattato con la cura e l’attenzione che un prodotto così esclusivo merita, dalla pesca al consumatore.

Per garantire che gli standard per l’etichettatura vengano rigorosamente seguiti, un organo indipendente, lo Skrei Patrol, ha il compito di verificare il rispetto di tutti i requisiti. Lo Skrei Patrol controlla il pesce sia agli stabilimenti di confezionamento che nei grandi terminal di carico in Norvegia e in Europa. Tramite i controlli effettuati dallo Skrei Patrol, possiamo documentare che vengano rispettati tutti i requisiti e gli standard qualitativi.

Quando gli chef francesi e italiani vengono alle isole Lofoten per vivere l’esperienza della pesca dello Skrei e vedono con i loro occhi come trattiamo l’esclusivo ingrediente che useranno poi in patria per la preparazione di piatti prelibati, sono molto interessati e apprezzano l’importanza data alla qualità e alla certificazione di qualità, concetti a loro familiari. Loro stessi infatti vantano orgogliose tradizioni vinicole, in cui il vino è arte, natura e cultura, e rappresenta un’importante risorsa economica per il paese. Gli chef apprezzano la garanzia data dall’etichetta di qualità “Skrei”, con cui l’industria ittica norvegese certifica che lo Skrei è il Grand Cru Classé tra i pesci. Quando vedono come viene pescato e trattato lo Skrei, gli chef mostrano lo stesso interesse che i Norvegesi nutrono per il vino e la produzione vinicola dei loro paesi. Anche noi siamo desiderosi di conoscere dove vengono coltivate le viti, come vengono trattate, come viene prodotto il vino – in breve, da dove arriva? Come funziona lì, e chi fa cosa per offrire la miglior qualità?

La qualità del prodotto viene premiata, e i pescatori, gli stabilimenti di confezionamento e gli esportatori ricevono un compenso maggiore per lo Skrei che per altro merluzzo fresco. Ma la cosa più importante per noi è offrire al mondo la più alta qualità possibile. Lo Skrei è inoltre un testimonial della nostra orgogliosa storia di nazione dedita alla pesca. Ecco perché siamo tutti al servizio dello Skrei.