Baccalà mantecato in tre versioni

Baccalà mantecato in tre versioni

Franco Favaretto
Franco Favaretto
raccomanda

Una ricetta colorata, perfetta per tutte le stagioni. Franco Favaretto ci presenta un tris di Bacalà Mantecato. Piatto storico nei ricettati Veneti e onorare la tradizione è sempre una buonissima idea.

Difficoltà Facile
Dai un voto 1 5 3

Ingredienti

Numero di porzioni

Procedimento

  • Mettere il baccalà in una pentola, copritelo con acqua fredda leggermente salata e portare ad ebollizione. Cuocere il baccalà per circa 20 minuti con il limone e l'alloro.
  • "Mantecate" la polpa del pesce a mano con un cucchiaio di legno o con una planetaria ( evitare se possibile il frullatore o al limite usate la lama di plastica ) versando a filo l'olio e lasciando mondare come se fosse una maionese, fino ad ottenere una crema compatta ed omogenea, se troppo lucido aggiungere un po’ di acqua di cottura e portarlo a fine mantecatura con ancora qualche pezzo intero.
  • La misura dell'olio dipende dalla qualità del pesce che state lavorando. Aggiustate di sale e pepe.
  • Il piatto si guarnisce tradizionalmente con prezzemolo tritato e si accompagna con una focaccia croccante tagliata a spicchi.

Il mantecato una volta pronto va diviso in tre parti uguali:
Una parte la serviamo naturale.
Alla seconda parte viene aggiunto il prezzemolo, cuore del sedano e una punta d'aglio tritato tutto finissimo
Alla terza parte aggiungere un peperone e dei cetriolini in agrodolce tritati anch'essi finissimi.